lastboyscout:

live well - laugh often - love much

lastboyscout:

live well - laugh often - love much

L’italico Tumblr

coqbaroque:

Manuale ad uso del giovin tumblero che si affaccia per la prima volta su questo magico mondo.

E così hai deciso di aprire un tumblr. Bravo! Permettimi però di darti alcuni suggerimenti che ti aiuteranno a godere appieno delle magnifiche opportunità del mezzo ed evitare traumatiche esperienze.

Primo: di cosa vuoi parlare? Ce n’è per tutti i gusti: sesso, grafica, fotografia, puccyness, cibo, sesso, puccyness, satira, sesso, puccyness, cibo, sesso. E sesso. E puccyness. 

Se apri un tumblr politico/satirico (ora vanno di moda insieme) devi sapere alcune cose. Makkox va rebloggato SEMPRE e sempre avendo cura di commentare “Makkox è dio” o “Makkox sindaco di Tumblr”. Non sono ammesse varianti sul tema: Dio, Sindaco e basta. Ogni alternativa verrà ritenuta un inaccettabile colpo di testa. Ti ritroverai solo. Anche il tumblrbot eviterà di mandarti ask quando lo attivi. Non ti confondere con Davide La Rosa, anche lui va rebloggato sempre, ma il commento è “GeGno”, no sindaco e no dio. Gegno.

Se ti piace il cibo allora buttati su Mariaemma. Non importa che tu viva a Sidney o Caracas, a qualsiasi ora dal meridiano di Greenwich troverai Waffles caramellati con salsa al cioccolato e crema di vaniglia allo zafferano con marmellata di mango alla menta accompagnati da un the ai frutti di bosco scandinavi raccolti da druidi albini. E fotte un cazzo se hai appena mangiato una badilata di rigatoni con la pajata. La vomiti e ti fai venire voglia di quella roba lì.

Se sei il tipo da post letterari allora devi superare la prova di quella che viene chiamata la “Tumblr Women Mafia”, vale a dire la Triade Batchiara, Prezzemolo e Plettrude. Se ti rebloggano loro è fatta, la tua scalata sarà inarrestabile. Se ti reblogga una ti reblogga l’altra e così via in un’escalation di reblog e like che ti faranno arrivare followers a secchiate in faccia. Attenzione! Ogni tanto vedrai apparire una roba tipo “Prezz, ho postato, si parla di…”, ecco, funziona la regola dei Marines: “Don’t ask, don’t tell”, tu fai finta di non aver visto, anzi, dimentica. Si dice che sia un blog privato, ma io sospetto sia la CIA o il Mossad o la Digos, per me Kossiga è vivo e scrive in mezzo a noi.

Se è la puccyness il tuo pane allora la scelta è vasta. Yomersapiens, ad esempio. Il National Geographic ha dimostrato che le lumache, se sottoposte alla visione del tumblr di Yomer, aumentano la loro velocità di 4 kmh tanto si bagnano. E se funziona con le lumache… Altrimenti Elrobba, UDS, Proust2000 e altri che ora dimentico. Sono tutti da seguire per lo stesso motivo per cui vai ad un aperitivo da solo: la figa che ci gira attorno. Sappi che solo il pensare di commentare uno dei loro post copre la tua tastiera di miele.

Sei per le news? Segui Misantropo. Ogni mattina sfodera articoli da testate e blogs stranieri su incidenti nucleari, perdite radioattive, tsunami, terremoti, esecuzioni capitali con farmaci scaduti e il condannato li denuncia. Ci sono più disgrazie nel suo blog che in tutto il Vecchio Testamento. Da leggere con una mano sui coglioni.

Apri la dash e vedi gente che vorrebbe Silvio morto, inneggia alla magistratura e tu sei di destra? Non ti scoraggiare, c’è gente anche per te: abr, toscanoirriverente e falcemartello (attenzione a falcemartello! È un vegetariano travestito da Colonel Sanders: tu pensi ti arrivi il pollo fritto del Kentucky e invece ti porta il tofu, diocristo, il tofu!). Nel grande cortile della scuola materna Tumblr loro sono i tre bambini un po’ sfigatelli, quelli con i quali non gioca mai nessuno e si scambiano le figurine tra loro. Ogni tanto alzano la testa e a seconda di chi trovano urlano “Ze-Violet comunitta! Tattudoll Riottosa! Coqbarok scemo!”. Da seguire per il lol.

Altra cosa importante è la scelta dell’avatar. Scegline uno riconoscibile, uno che lo vedi e dici “Quello è lui”. Oppure fai come me che lo cambio otto volte al giorno per evitare che ai miei followers si atrofizzi la vista. Cerco di dare stimoli visivi, di tenerli svegli e loro si lamentano. Valli a capire.

i post d’antan si rebloggano sempre

salvatoregarzillo: 6 come le mutande… | La Maddalena (Sardegna)

salvatoregarzillo: 6 come le mutande… | La Maddalena (Sardegna)

la-vie-en-klep: via Fb
between her legs, in three easy steps

between her legs, in three easy steps

(via pandarican)

soggetti-smarriti:

isolaperduta:

Sorry?

Forever reblog.

FUCK THIS SHIT